Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
©credits

La sesta notte

Caro Diario, ebbene sì, quest’anno si parte prima, la colpa è sicuramente mia però un poco è anche di Gaetano Genovese che qualche giorno fa ha postato sui social di una bella iniziativa con Vaghe Stelle e così io mi sono ricordato della loro partecipazione alla notte dello scorso anno in collaborazione con Amici dei Musei Valbrenta, Museo Etnografico Canal di Brenta Valstagna e insomma lo sai come sono fatto, quando sono innamorato di qualcosa una volta che mi è entrata in testa è finita, ed è fuori discussione che io della nostra notte sono innamorato pazzo. Preparati dunque, che un paio di settimane fa quando sono stato a Follonica per la presentazione di Novelle Artigiane abbiamo fatto una bellissima e partecipata discussione insieme a maestre, insegnanti e presidi del I. C. Follonica 1 e del I. C. Leopoldo II di Lorena e insomma penso proprio che quest’anno ne vedremo delle belle. Di seguito come ogni anno un po’ di informazioni utili per chi intende partecipare, mi raccomando aiutami a farle girare. Alla prossima
mariella16

LA NOTTE DEL LAVORO NARRATO
SESTA EDIZIONE
MARTEDÌ 30 APRILE 2019

WHY
L’importanza di raccontare il lavoro
Vincenzo Moretti

ABOUT
1. Martedì 30 Aprile 2019. Tutti assieme, tutti alla stessa ora, ci incontreremo per ascoltare, leggere, narrare, cantare storie di lavoro.
2. L’hashtag ufficiale della nostra notte è #lavoronarrato. Va aggiunto ogni volta che condividete qualsiasi cosa (testo, foto, video, ecc.) su qualunque social network.
3. La notte del lavoro narrato non è un evento, è l’occasione per tenere assieme l’Italia intera e anche un pezzettino d’Europa intorno al lavoro e al suo valore. Dunque niente ansia da prestazione, non bisogna essere per forza in mille e neanche in cento, anche se siete in cinque trovatevi un posto dove leggere, narrare, cantare, ascoltare le vostre storie di lavoro, fate qualche foto e qualche breve video, condividete il tutto con l’hashtag #lavoronarrato e sarete anche voi protagoniste/i della notte più bella dell’anno.
4. La notte del lavoro narrato si può organizzare dappertutto. In piazza. A scuola. In biblioteca. A casa. Nel caffè letterario. Nel bar e basta. In palestra. Nell’associazione. Sul posto di lavoro. All’oratorio. Nella casa del popolo. Sul lungomare se avete il mare e anche sulla spiaggia se il tempo lo permette.
5. Per partecipare inviate una mail a lavoronarrato@gmail.com indicando la città e il luogo in cui vi ritrovate per ascoltare, leggere, narrare, cantare storie di lavoro.
6. Se ancora non l’avete fatto leggete il Manifesto del Lavoro Ben Fatto e il Manifesto del Lavoro Narrato che illustrano le idee che ci ispirano e le finalità che perseguiamo. E se dopo che li avete letti vi sono piaciuti condivideteli.
7. Su Facebook tutti i contenuti vanno condivisi in questo gruppo: https://www.facebook.com/groups/lanottedellavoronarrato/
8. Su Twitter, Instagram e Youtube i contenuti possono essere condivisi su qualunque pagina basta non dimenticare di aggiungere l’hashtag #lavoronarrato.
9. Per partecipare al Flashmob basta scrivere il messaggio #lavoronarrato, per me il lavoro vale su Twitter, Facebook, Instagram, Youtube, ecc. Si, solo questo, perché partecipare è importante, perché anche così possiamo raccontare al mondo che per noi il lavoro è dignità, autonomia, rispetto, diritti e doveri, futuro, possibilità.

SIAMO QUI
7. Frasivolanti, Bari
6. Classe V° B Liceo delle Scienze Umane, Isiss Novelli, Marcianise
5. I. C. Leopoldo II di Lorena, Follonica
4. I. C. Follonica 1, Follonica
3. Sognalibro, Potenza
2. Comincenter, Potenza
1. Jepis Bottega, Caselle in Pittari
notte19

CREDITS
La Notte del Lavoro Narrato è un’idea di vincenzo moretti e alessio strazzullo prodotta da #lavorobenfatto e jepis bottega.
L’idea è diventata realtà grazie alle migliaia di donne e di uomini di ogni età e di ogni parte d’Italia che ogni anno si incontrano per leggere, narrare, cantare, recitare il lavoro e il suo valore.

ANTEPRIMA NAZIONALE PRIMA EDIZIONE
13 LUGLIO 2013