Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
©credits

L’alfabeto del lavoro ben fatto e la Prima A

PROGETTO
A scuola di lavoro ben fatto, di tecnologia e di consapevolezza

SCUOLA
Scuola Primaria Gianni Rodari, Istituto Comprensivo Follonica 1
Sezione A, 1° Elementare
Anno Scolastico 2021/2022

BOARD
Dirigente Scolastica: Elisa Ciaffone
Maestre: Irene Costantini, Monica Costalli, Mary Fargnoli
Maestro Aggiunto: Vincenzo Moretti
Custodi: Grazia Bellucci, Colomba Parolisi

DIARIO SCOLASTICO 2021 – 2022, 1° A
14 Settembre 2021; 27 Settembre 2021; 16 Ottobre 2021

Logo50_t

Martedì 15 Settembre 2021
Torna al diario

Caro Diario, quest’anno si fa come nel gioco dell’oca e si ritorna alla casella di partenza. Proprio così, le ragazze e i ragazzi di quinta hanno lasciato il posto alle bimbe e ai bimbi di prima, e non ti nascondo che sono emozionato e contento, aspettiamo che la maestra Irene avvii almeno un po’ il lavoro e poi ti aggiorno su tutto.
Per ora soltanto un saluto, due foto e un link.
La prima foto è quella di copertina, questa bella cesta con i tutti i nomi delle bimbe e dei bimbi della 1° A.
La seconda foto te la metto qui, l’ha postata la maestra Irene qualche giorno fa sui social con questo commento, penso che dica un mondo, e da un certo punto di vista può essere anche interpretata come un augurio per la nuova 1° A:
L’albero del kumquat. Questa è la pianta della 5° A, le ragazze e i ragazzi me la hanno affidata a giugno, nel frattempo la pianta è fiorita e ha dato dei bei frutti! Vincenzo anche le nostre ragazze e i nostri ragazzi della 5° A Rodari sono certa che regaleranno frutti meravigliosi a chi li saprà apprezzare!

1a_2

Questo è infine il link, è a un post che ho scritto qualche giorno fa, si intitola Noi, i nostri piccoli e lo smartphone e penso che possa essere un utile promemoria per chi, come noi, va a scuola di lavoro ben fatto, di tecnologia e di consapevolezza. Alla prossima.

1a_1

Lunedì 27 Settembre 2021
Torna al diario

Caro Diario, ieri approfittando della giornata di festa la maestra Irene e io ci siamo sentiti via chat per ragionare sul lavoro ben fatto delle bimbe e dei bimbi della 1° A. Discuti che ti discuti a un certo punto è venuta fuori l’idea delle letterine e da lì all’alfabeto del lavoro ben fatto disegnato e raccontato da loro il passo è stato breve.
“Come cominciamo?”, ho chiesto a un certo punto, “cominciamo dall’inizio” ha risposto Irene, e come si sa quando si parla di alfabeto da che mondo è mondo l’inizio coincide con la lettera A. “A come amore”, ha continuato Irene, “l’amore per quello che facciamo, l’amore con il quale lo facciamo” ed è stato a quel punto che mi sono tornate in mente Le letterine della Prima E, Marc-Alain Oauknin e Primo Bordiga.

Ti ricordi amico Diario, era il 19 Dicembre 2016 e ti avevo scritto così: “Caro Diario, questa storia delle letterine è nata nell’ambito del progetto «lavoro ben fatto, tecnologia e consapevolezza» con la Prima A e la Prima E Scuola Primaria dell’Istituto Comprensivo 83 Porchiano Bordiga. Dato che siamo creativi e che non facciamo proprio sempre le stesse cose in una classe e nell’altra con la Prima E abbiamo pensato di fare un Alfabeto del Lavoro Ben Fatto mettendo assieme tre cose: 1. uno dei bellissimi libri di Marc-Alain Ouaknin, «i Misteri dell’Alfabeto», del quale abbiamo parlato qui e dal quale abbiamo tratto liberamente l’origine protosinaitica delle 25 lettere e un pizzico delle loro storie, che naturalmente  per saperne di più è meglio leggere il libro; 2. i bellissimi disegni delle bimbe e dei bimbi della Prima E; 3. i racconti di Primo Bordiga, il bimbo che ancora non c’è della Quinta E.

Quando ho mandato il link a Irene lei mi ha scritto “Bellissimo” e ha messo anche 3 cuoricini, adesso bisognerà pensarci su e attivare il percorso creativo che naturalmente seguirà percorsi suoi propri perché ogni bimba/o è un mondo di cose nuove e uniche, però avere alle spalle un’esperienza da condividere aiuta, altroché se aiuta.
Dai, per adesso ti saluto, spero di tornare presto, che poi questa cosa che la maestra Irene a Follonica, ieri, ha detto “cominciamo da A come Amore” proprio come avevamo fatto con la maestra Lina, a Napoli, 5 anni fa a me “mi” manda al manicomio. Le bimbe e i bimbi della Prima E di allora adesso saranno in Prima Media, devo chiedere alla Preside Colomba Punzo se qualcuna/o sta ancora nella sua scuola, sarebbe bello vedere se so lo ricordano ancora quel lavoro sull’alfabeto, e magari metterle/i in contatto per un saluto con le bimbe e i bimbi della Prima A di Follonica. Sì, spero di tornare presto, ciao.

Logo50_t

Sabato 16 Ottobre 2021
Torna al diario

Caro Diario, come hai visto la mia speranza di tornare presto non ci ha detto bene, adesso è inutile stare qui a fare la lista delle cose che sono successe, sta di fatto che il primo passo lo faremo, forse, martedì prossimo.
Sì, stamattina ho parlato con la maestra Irene, che per fortuna è una roccia, non si perde mai d’animo, in attesa degli aggiornamenti ti lascio con la domanda difficile che le ha fatto un bambino, che contiene un perché, e i perché come sai sono sempre portatori di cose buone:
“Maestra, ho una domanda che credo difficile, perché la A è la prima lettera dell’alfabeto?”.
Alla prossima.

1a_1