Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

#lavorobenfatto #diteloconuncorto

Non so perché non ci ho pensato prima, nel corso de Le vie del lavoro, l’attività di narrazione e inchiesta partecipata promossa dalla Fondazione Giuseppe Di Vittorio e da Fondazione Ahref, di corti sul #lavorobenfatto ne abbiamo girati tanti. E’ successo quando Giuseppe Jepis Rivello mi ha mandato il suo bellissimo video che mi sono chiesto «perché non chiedere alle lettrici e ai lettori di queste pagine di inviarmi i link ai loro video per pubblicarli qui?». Già, Perché? Mi piacerebbe un sacco che foste davvero in tanti – videomaker professionisti, dilettanti, semplici amatori, che in queste faccende quasi mai è la tecnica a scaldare il cuore – a farvi venire la voglia di partecipare. Potete inviare anche link a corto già realizzati, ma naturalmente lo scopo è quello di raccontare storie nuove, e di condividerle con altri, per cambiare il modo di pensare il lavoro, perché «l’ignorante non si conosce mica dal lavoro che fa, ma da come lo fa».
Forza, #diteloconuncorto che credete nell’Italia del #lavorobenfatto, nella possibilità di fare bene le cose perché è cosi che si fa. Non è solo bello, conviene. Conviene andare in ospedale e trovare il medico bravo. Conviene andare in Comune e trovare l’impiegato bravo. Conviene andare al ristorante e trovare il cuoco bravo. Conviene portare l’auto a riparare e trovare il meccanico o il carroziere bravo. Perché anche se non siamo abituati a pensarci nel Paese del lavoro ben fatto funziona proprio così: ognuno fa bene quello che deve fare e tutti vivono meglio.
Insomma, cosa aspettate? Inviate il link del video con la vostra storia di #lavorobenfatto a partecipa@lavorobenfatto.org. Buona partecipazione.

I CORTO DEL LAVORO BEN FATTO

Jepis, Michele e il coltello, di Giuseppe Rivello

Lei, Ela, lavoro e moda di Alessio Strazzullo

Enzo Avitabile @ Le vie del lavoro di Gennaro Cibelli e Alessio Strazzullo