Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
©credits

La Notte del Lavoro Narrato 2020

30 APRILE 2020, LA NOTTE DEL LAVORO NARRATO, SETTIMA EDIZIONE

Napoli, 10 Gennaio 2020
#RIONESANITÀ
Caro Diario, che cosa può fare il lavoro lo sta dimostrando il mio amico Emilio Casalini con un bellissimo programma su Rai 3, #Generazione Bellezza, Martedì scorso ha raccontato il nostro Rione Sanità, ed è stata un’emozione veramente unica.

LA PUNTATA LA PUOI VEDERE QUI, NON TE LA PERDERE, È UNA MERAVIGLIA.

Sì, amico Diario, credo di averlo scritto per la prima volta da qualche parte nel 2014, #bellezza e #lavorobenfatto e l’Italia va, dopo di che lo sai che il Rione Sanità ce l’ho nel cuore da prima che Cinzia Massa e io lo abbiamo raccontato, ogni volta che ne parlo agli amici mi pigliano per matto e ogni volta che ce li porto rimangono strabiliati. È successo ancora meno di una settimana con Giancarlo Carniani, Sandra, Valentina e Cinzia, grazie alla splendida giornata che ci hanno ragalato Enzo Porzio e Serena tra Vicoli, Catacombe di San Gennaro e di San Gaudioso, Cimitero delle Fontanelle, Basilica del Monacone, affreschi, cultura, storie di miracoli e anime pezzentelle.
Ebbene sì, amico mio, il lavoro e la bellezza sono importanti assai nelle nostre vite, e questo come avrai già capito mi porta al prossimo 30 Aprile e alla Settima Edizione della nostra Notte del Lavoro Narrato.
Ci saranno anche quest’anno molte cose nuove, però intanto dobbiamo chiamare a raccolta il popolo della nostra notte, perché come sempre sono le cose piccole che messe assieme diventano cose grandi.
Conto anche su di te, caro Diario, mi raccomando passa parola che come diceva mio padre una noce nel sacco non fa rumore, tante insieme invece …
Alla prossima, ti lascio con uno dei disegni che ha fatto la piccola grande Valentina durante la nostra visita al Rione Sanità.

vale6a

Bacoli, 20 Dicembre 2019
#CIP
Caro Diario, quest’anno la nostra notte la volevo lanciare il maniera diversa, quella del 30 Aprile 2020 come sai sarà la settima edizione, però l’idea che mi piaceva veramente non mi veniva, non mi è venuta, fino a stamattina, quando ho trovato in chat un messaggio di Jepis – Questo è da Note del lavoro narrato – con il link a un video.
Quante volte te l’ho detto che sono una persona troppo fortunata? Ecco, adesso aggiungine una. Nel pacchetto regalo di Jepis mi sono ritrovato il titolo di questo post, un meraviglioso racconto con le note del lavoro del Barbiere De Giulio e il modo per lanciare ufficialmente l’edizione numero sette de La Notte del Lavoro Narrato. Forza che si comincia.
Buon ascolto.

 

PARTECIPANO ALLA NOSTRA NOTTE
8. Biblioteca Comunale Pinuccio Sala, Montoro
7. Ristorante Pizzeria La Pietra Azzurra, Cip, Caselle in Pittari
6. Associazione Il Bucaneve, Avellino
5. New Italian Blood, Salerno
4. FrasiVolanti, Bari
3. Incostieraamalfitana.it Festa del Libro in Mediterraneo, Minori
2. Barbiere De Giulio, Cip, Caselle in Pittari
1. Jepis Bottega, Cip, Caselle in Pittari

STA NUTTATA ‘E SENTIMENTO NUN È FATTA PE’ DURMÌ
1. Giovedì 30 Aprile 2020. Tutti assieme, tutti alla stessa ora, ci incontreremo per ascoltare, leggere, narrare, cantare storie di lavoro.
2. L’hashtag ufficiale della nostra notte è #lavoronarrato. Va aggiunto ogni volta che condividete qualsiasi cosa (testo, foto, video, ecc.) su qualunque social network.
3. La notte del lavoro narrato non è un evento, è l’occasione per tenere assieme l’Italia intera e anche un pezzettino d’Europa intorno al lavoro e al suo valore. Dunque niente ansia da prestazione, non bisogna essere per forza in mille e neanche in cento, anche se siete in cinque trovatevi un posto dove leggere, narrare, cantare, ascoltare le vostre storie di lavoro, fate qualche foto e qualche breve video, condividete il tutto con l’hashtag #lavoronarrato e sarete anche voi protagoniste/i della notte più bella dell’anno.
4. Partecipare a la notte del #lavoronarrato è bello e si può fare dappertutto. In piazza. A scuola. In biblioteca. A casa. Nel caffè letterario. Nel bar e basta. In palestra. Nell’associazione. Sul posto di lavoro. All’oratorio. Nella casa del popolo. Sul lungomare se avete il mare e nella baita se state in montagna. Sì, pure in collina lo potete fare, nell’orto, sul terrazzo, insomma dove vi pare.
5. Per partecipare inviate una mail a partecipa@lavorobenfatto.org indicando la città e il luogo in cui vi ritrovate per ascoltare, leggere, narrare, cantare storie di lavoro.
6. Se ancora non l’avete fatto leggete il Manifesto del Lavoro Ben Fatto che illustra le idee che ci ispirano e le finalità che perseguiamo. E se dopo che lo avete letto vi è piaciuto condividetele e firmatelo.
7. Su Facebook tutti i contenuti vanno condivisi in questo gruppo: https://www.facebook.com/groups/lanottedellavoronarrato/
8. Su Twitter, Instagram e Youtube i contenuti possono essere condivisi su qualunque pagina basta non dimenticare di aggiungere l’hashtag #lavoronarrato.
9. Per partecipare al Flashmob del #lavoronarrato basta scrivere il messaggio #lavoronarrato, per me il lavoro vale sui social (Twitter, Facebook, Instagram, Youtube, ecc.)

sestanotte1

HASHTAG
#lavoronarrato

CLAIM
#lavoronarrato, per me il lavoro vale

SITO WEB
www.lanottedellavoronarrato.org

SOCIAL
Facebook
Twitter
Youtube

UNA SERA CI INCONTRAMMO
#Cip, Anteprima Nazionale, 13 Luglio 2013