Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Polvere sei, oggetto diventerai

Si chiama Marble Eco Design e nasce da un’idea di Michela Ruggiero, architetto e maker, tra le cave di marmo di Coreno Ausonio, (Fr), nel Lazio meridionale.
A Michela abbiamo chiesto di raccontarci la sua idea imprenditoriale e perché ritiene che possa avere successo:

“Il mio sogno è sempre stato quello di dare una seconda vita agli oggetti realizzando creazioni originali invece di farli diventare banali rifiuti. Un nuovo approccio che, secondo me, può esaltate il valore del risparmio, della cura delle cose, del rispetto dell’ambiente.
Lo scopo della mia impresa è riutilizzare il materiale di risulta prodotto dalla lavorazione del marmo attraverso una stampante 3D. La melma e gli sfridi che si creano durante la lavorazione diventano infatti una polvere sottile, assai difficile e costosa da smaltire. Se mescolati a una resina e catalizzati tramite raggi UV, invece, possono essere riportati a nuova vita, e trasformarsi in materia prima per la nostra stampante.
Il prodotto finale, in effetti, potrebbe essere un nuovo materiale dalle applicazioni illimitate. Dall’architettura al design, dall’arte all’industria, alla moda.
Vogliamo creare un percorso di sostenibilità ambientale che rilanci il comparto in maniera ecologicamente sostenibile. E in futuro, vorremmo sperimentare anche resine completamente naturali, così da creare prodotti totalmente eco-sostenibili.
Allargando il discorso, si potrebbe dire che mi piacerebbe esaltare l’idea di un ciclo chiuso, in cui ogni distretto industriale riduca al minimo i materiali di risulta e la produzione di rifiuti da discarica”.

Bello no? Io dico che di progetti come questi abbiamo bisogno come il pane, che la capacità di tenere assieme riuso, design, innovazione, compatibilità ambientale, bellezza è una delle vere frontiere sulle quali l’Italia si gioca il suo futuro.
E voi, cosa ne pensate?

Ruggiero