Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Lo scemo che inizia

Galeotto questa volta è il social network e chi lo utilizza, me compreso. Sono da poco passate le 6 p.m. di ieri quando sul social di gran lunga più popolato scrivo questa frase: “Ma l’Italia si è mai liberata dalla rendita da tangente?”.

Tra gli amici che decidono di interagire c’è il prof. Sabato Aliberti, che rende la questione decisamente meno banale aggiungendo a propria volta una domanda: “ma se è una rendita, perché liberarsene?”.
Questa volta a rispondere è Orso Maria Mattei, che nel mondo degli atomi non la buona ventura di conoscere: “Perché liberarsene?! Giusta domanda! Finché tutto va come va mica sarò io il più scemo. Eppure mi domando: ma se non c’è uno scemo che inizia, come si fa a cambiare la routine?”.

Confesso che la storia dello scemo che inizia mi è piaciuta subito tantissimo, l’ho sentita come la versione Made in Social Network della persona consapevole.
Consapevole di che? Del fatto che per invertire l’ago della bussola occorre cominciare da qualche parte. Che cominciare da se stessi è quasi sempre una buona pratica. Che alla fine ognuno di noi è cittadino non solo in quanto detentore di diritti ma anche in quanto compartecipe di doveri e responsabilità.
Lo confermo. Lo scemo che inizia mi piace un sacco. Aspetto la prima occasione. Giuro che non me la lascio scappare.